Brucia Amore Brucia

by Vena

/
  • Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

     name your price

     

1.
04:26
2.
3.
4.
5.

about

Poesia e discoteca. Estetismo e delicata violenza. Amore e ricerca di verità attraverso le crepe decadenti della metropoli.

credits

released 01 October 2013

VENA are:

Riccardo Milo - Voice
Giacomo Baroni - Guitar
Giacomo Bassano - Bass
Giulio Tosatti - Drums, Synth

Produced by Vena and dysFUNCTION Productions
Recorded and Engineered by Dualized and Eddy Cavazza @ Zeta Factory, IT
Mixed by Dualized
Mastered by Alessandro Vanara
Additional Arrangements by Eddy Cavazza

Artwork by Federico "Scienza" Iovanovich

DysFunction Record Label and Productions - www.dysfunctionproductions.com/home/

Zeta Factory - www.zetafactory.com

E-Grapes Promotion - www.e-grapes.com

Contacts:
musicvena@gmail.com
press@e-grapes.com

© VENA 2013

tags

license

all rights reserved

feeds

feeds for this album, this artist
Track Name: La Grinta
Alessandra vuole grinta
Vorrebbe meno tempo
Più cose da fare
Lei è stanca e vuole la grinta

Libera l’energia estetica
Shakera il bicchiere di grinta

Oltre al limite
Di una corsa immobile
Movimento instabile
Di una forza fragile

Alessandra vuole grinta
Aperitivo e Lime con gente seria

Hi-tech style bilocale
Open space, minimale
Grey Goose and Belvedere
Quanti sponsor puoi avere

Oltre al limite
Di una corsa immobile
Movimento instabile
Di una forza fragile

Aria, adrenalina, grinta

Alessandra vuole la grinta
Lei è stanca e vuole la grinta
Vorrebbe meno tempo, più cose da fare
Vorrebbe meno cose da fare per finta

Alessandra tu puoi fare quello che vuoi

L’erba alta invade i navigli
Per un momento è tutto spento
Luce bianca invade i nascondigli
Per un momento non c’è tempo

Alessandra tu puoi fare quello che vuoi

Libera l’energia estetica
Track Name: Sui Muri di Milano
Si sospinge senza fretta
Il traffico alla finestra
Guardi attorno non importa
È luce buia che ti sfonda

Poi ti svegli e so di ferro
Nel tuo letto non ho freddo mai
L’amore che mi dai
È scritto su di noi

Il tuo sangue sulle mie dita
È una macchia che non mi sporca
Il tuo sangue sacrale
È un inchiostro letale
Che parla di te

Ho visto una scritta su un muro di Milano
Che dice io sono romantico
Scritta su un muro di Milano

Collaborare con la mente
Districarsi tra piatti e padelle
In una cucina qui a Pasteur
Filmiamo l’orgasmo con l’iPod
Cosa resterà di noi

Poi ti svegli e so di ferro
Nel tuo letto non ho freddo mai
L’amore che mi dai
È scritto su di noi

Il tuo sangue sulle mie dita
È una macchia che non mi sporca
Il tuo sangue sacrale
È un inchiostro letale
Che parla di te

Ho visto una scritta su un muro di Milano
Che dice io sono romantico
Scritta su un muro di Milano
So che non invecchieremo mai
Track Name: Brucia Amore Brucia
Dammi tre minuti di anestetico tremendo
Fammi ballare, fammi ballare
Sarò il tuo soggetto per due o tre fotografie
Ti racconterò le mie esperienze e tu le tue

La morale facile
(Quel che vuoi)
La memoria debole
(Quel che dai)
Ti farò regali che non ti piaceranno
La memoria labile
(Quel che vuoi)
La morale inutile
(Quel che dai)
Adesso ritorna nel fuoco

Dammi un bacio se ti senti male
Insegnami a bruciare con te

Se questo è peccato noi non siamo peccatori

La morale è facile se la memoria è debole
Fammi ballare, fammi ballare
Balleremo insieme a ritmo delle paranoie
Con l’assoluzione chiederemo un altro amore

Quel che vuoi
È quel che dai
Adesso ritorna nel fuoco

Dammi un bacio se ti senti male
Insegnami a bruciare con te
Track Name: Il Cielo in Discoteca
Il tuo lavoro è massacrare
È massacrarti, per massacrarmi
Lo sai che voglio vivere solamente
L’indecenza, con incoerenza
Io mi domando se l’innocenza
Fra due giorni, te la ricordi
Tramortiti ed invertiti
Nella rotazione obliqua
Per la statistica
Noi non siamo proprio nulla

Tira fuori il peggio di me

Cercati nella folla e intanto
Scioglimi nella bocca
Annusami nell’aria e dopo
Confonditi nell’acqua
Confonditi tra la folla

Nella notte stanco
Senza pianto
Ma nella testa il vuoto sale
Rivendica i tuoi sbagli
Confonditi tra la folla

La tua paura di deludere
È di deluderti, o disilludermi
Dentro questa fabbrica può colpirti
In un contagio, amor randagio
Io mi domando se fra due giorni
Di quei sogni avrai ricordi
Tramortiti ed invertiti
Nella rotazione obliqua
Per la statistica
Tu non vali proprio nulla

Tira fuori il peggio di me

Cercati nella folla e intanto
Scioglimi nella bocca
Annusami nell’aria e dopo
Confonditi nell’acqua
Confonditi tra la folla

Nella notte stanco
Senza pianto
Ma nella testa il vuoto sale
Rivendica i tuoi sbagli
Confonditi tra la folla
Track Name: Canzone per una Modella
Nella stanza di una modella
Foto ovunque di se stessa
Arredata male, eppure bella
A pensarci l’idea ti stressa
Dell’umore, del ritmo, della tristezza

Parli male di me?
Una storia in disordine

Nella stanza della più bella
Tre donne di Klimt sopra la testa
Lei è castana, eppure così fredda
A pensarci, l’idea mi stressa
Dei soldi, dei salve, della sua faccia

Parli male di me?
Una storia in disordine
Parli male di me?
In un giorno inutile